Concordanza passato, imperfetto e trapassato

Per raccontare al passato in italiano usiamo diverse forme verbali: il passato prossimo o il passato remoto, l’imperfetto e il trapassato prossimo. La concordanza è la combinazione di questi tempi e segue delle regole

Questa mattina mentre aspettavo l’autobus ho incontrato il mio vicino di casa.

Per esprimere azioni contemporanee al passato usiamo il passato prossimo e l’imperfetto: il passato prossimo esprime un’azione puntuale che interrompe un’altra, l’imperfetto esprime un’azione che ha una durata più lunga, per esprimere l’idea della contemporaneità usiamo la congiunzione mentre.

Gli studenti prendevano appunti mentre l’insegnante spiegava la lezione.

Per esprimere azioni contemporanee al passato che hanno la stessa durata usiamo l’imperfetto, per esprimere l’idea della contemporaneità usiamo la congiunzione mentre

Sono arrivata alla stazione e c’era il sole e faceva caldo.
Quando studiavo all’università ho cominciato a lavorare.

Per raccontare al passato usiamo il passato prossimo per esprimere un’azione puntuale che accade solo una volta e l’imperfetto per le descrizioni e le abitudini.

Ieri ho dormito poco perché avevo bevuto troppo la sera prima e per questo ero molto stanca.
Giuseppe Garibaldi era il comandante dell’esercito che era sbarcato in Sicilia e incontrò il re Vittorio Emanuele II a Teano.

Per raccontare al passato usiamo il trapassato prossimo per esprimere un’azione che è avvenuta prima di un’altra al passato prossimo o al passato remoto e l’imperfetto per le descrizioni e le abitudini.

PASSATO PROSSIMO

O

PASSATO REMOTO

IMPERFETTO TRAPASSATO PROSSIMO
ESPRIMONO UN’AZIONE NON RIPETUTA E NON ABITUALE

L’anno scorso sono partita per la Francia.

Cesare conquistò la Gallia.

 

ESPRIME UNA DESCRIZIONE, UN’AZIONE RIPETUTA E ABITUALE 

A 6 anni avevo i capelli lunghi.

Da bambina giocavo sempre a nascondino.

 

ESPRIME UN’AZIONE AVVENUTA PRIMA DI UN’ALTRA 

L’anno scorso sono partita per la Francia dopo che avevo finito la scuola.

Cesare aveva vinto la battaglia e conquistò la Gallia.

ESPRIMONO AZIONI CHE SONO AVVENUTE UNA DOPO L’ALTRA

Questa mattina mi sono svegliata, mi sono alzata, ho fatto la doccia, mi sono vestita e ho fatto colazione.

Mio nonno partì per gli U.S.A., incontrò mia nonna e  si sposarono.  

 

 

ESPRIME AZIONI CHE SONO IN SVOLGIMENTO

Ieri sera guardavo la partita di calcio.

Prima stavo lavorando.

 
 ESPRIMONO UN’AZIONE COMPIUTA  CHE HA  UNA DURATA PRECISA

Ho vissuto a Roma per 3 anni

Ho lavorato in banca dal 1999 al 2005

Caravaggio visse a Roma dal 1594 al 1606.

Caravaggio morì nel 1610

 

ESPRIME UN’AZIONE CHE CONTINUA IN UN PERIODO DI TEMPO SENZA SPECIFICARE LA DURATA

Quando vivevo a Roma abitavo in centro.

10 anni fa lavoravo in banca.

 
ESPRIMONO UN’AZIONE CHE INTERROMPE UN’ALTRA CHE HA UNA DURATA PIÙ LUNGA

Fabio è entrato nel mio ufficio mentre parlavo al telefono.

Quando arrivarono gli ospiti io mi stavo preparando.

ESPRIME UN’AZIONE IN SVOLGIMENTO CHE VIENE INTERROTTA DA UN’ALTRA AL PASSATO PROSSIMO O REMOTO

Fabio è entrato nel mio ufficio mentre parlavo al telefono.

Quando arrivarono gli ospiti io mi stavo preparando.

Leave a Reply

Your email address will not be published.